Menù

Elezione dei Dieci del Popolo e degli Anziani dagli "Statuti del 1346"



L'organismo più importante del comune era il Consiglio degli Anziani, veniva eletto ogni due mesi direttamente dal popolo riunito nell'arengo. 

All'elezione non potevano prendere parte: le donne, i minori di quattordici anni e gli appartenenti al partito dei nobili. 


Dovevano risultare eletti cinque membri, uno per ciascuna contrada. Al consiglio degli anziani spettavano tutte le decisioni di natura politica, la nomina del sindaco che doveva rappresentare la città nelle varie circostanze, il mantenimento dei rapporti con il senato romano e la corte pontificia. Era suo anche il compito di chiedere, ogni sei mesi, un podestà al senato di Roma. 


Gli anziani erano preceduti dalla loro insegna consistente in un drappo blu con una banda trasversale bianca sulla quale è inserita la scritta A.P.C.A, il cui significato è Antiani Populi Civitatis Ameriae.


Alla traccia rievocativa con chiare e certe basi storiche, si aggiunge una scheda riassuntiva dell’Evento. 


A partire da 2013 è iniziata l'attività  di approfondimento dei profili di alcuni cittadini. La voce fuori campo di uno dei nostri storici, ha esposto in modo conciso l’evento, un secondo storico, ha interagito con i costumanti rappresentando il loro pensiero prima e dopo l’azione e svelando la fase politica di negoziazione. Renderà meglio comprensibili le tattiche adottate per tutelare gli interessi delle varie classi sociali coinvolte nelle elezioni e la tecnica stessa di elezione.


Molti figuranti delle contrade partecipano con i loro costumi, tamburi ed armi. Come è consuetudine continueranno ad essere il filo conduttore, con i loro movimenti e frasi storiche, cui si inseriranno le novità di approfondimento storico e non solo.


Chiusura della Porta, 

Arrivo e Giuramento del Podestà 


Anche questo evento ha chiare e certe basi storiche. Sono in gioco in questo caso le dinamiche più importanti dell’evoluzione democratica delle popolazioni nei confronti del sovrano stesso, le sue graduali concessioni, le regole basilari di controllo e gestione del potere ed allo stesso tempo di un amministrazione equa e saggia della vita collettiva. 


L’evento in questo caso si innesta in un corteo, che accompagnerà il Podestà al suo palazzo per potervisi insediare . I tempi e le regole di gestione della vita pubblica erano molto brevi, con numerosi controlli e presenza di contrappesi nella gestione della macchina pubblica in cui l’amministrazione della giustizia aveva un ruolo strettamente interconnesso. 


L'organismo più importante del comune era il Consiglio degli Anziani, che veniva eletto ogni due mesi direttamente dal popolo riunito nell'arengo. All'elezione non potevano prendere parte: le donne, i minori di quattordici anni e gli appartenenti al partito dei nobili. Dovevano risultare eletti cinque membri, uno per ciascuna contrada. 


Al consiglio degli anziani spettavano tutte le decisioni di natura politica, la nomina del sindaco che doveva rappresentare la città nelle varie circostanze, il mantenimento dei rapporti con il senato romano e la corte pontificia. Era suo anche il compito di chiedere, ogni sei mesi, un podestà al senato di Roma. 


Gli anziani erano preceduti dalla loro insegna consistente in un drappo blu con una banda trasversale bianca sulla quale è inserita la scritta A.P.C.A. che significa Antiani Populi Civitatis Ameriae.L’attività di teatralizzazione che realizzeremo, sarà la medesima della già citata "Elezione degli Anziani. 


Bsystem
B.System v2.08.1 - Copyright © 2014/2016

Bweb Solution - Via Roma, 135 - 05022 - Amelia - TR - ITALY


Area Admin
Web Site